NEWS DAL MONDO
GIOVEDÌ 25 FEBBRAIO 2021 17:58 « Indietro
SCHEGGE A DUE RUOTE

Sin dal loro apparire è stato subito chiaro che avrebbero rappresentato indubbiamente una grossa opportunità in tema di mobilità cittadina ma anche un grosso problema. Ora che i monopattini si sono appropriati della scena urbana, ecco che tutti i nodi vengono al pettine. A cominciare dagli spericolati (per lo più giovanissimi) fruitori di una simile... "scheggia" che sfrecciano in città senza le dovute protezioni, con ardite evoluzioni tra il traffico. Per loro non esistono semafori, divieti, segnaletica e quant'altro preposto dal Codice della strada per la tutela di automobilisti, motociclisti e ciclisti oltre che per i pedoni. Il pericolo è il loro mestiere e l'incidente è dietro l'angolo.

E questo è solo un aspetto. L'altro, se possibile ancora più grave, riguarda l'indisciplina nel parcheggio. Sino a poco fa, quando si parlava di parcheggio-selvaggio, il riferimento era solo ed esclusivamente alle auto, in seconda e terza fila. Ora i monopattini sono saldamente al primo posto. Chi se ne serve, non esita ad abbandonarli ovunque, incuranti dei problemi causati ai passanti. Ma quando decidono di lasciarli posteggiati lì dove ci sono gli spazi riservati alle moto, ecco il paradosso di un monopattino che occupa inopinatamente gli spazi in modo a dir poco indisciplinato.

Forse è arrivato il momento di intervenire con multe e quant'altro!


infotel: 080.5237410