Luca Turi News dal sito lucaturi.it http://www.lucaturi.it/ it <![CDATA[BARLETTA BT TRE PERSONE ARRESTATE PER VARI REATI IN CONCORSO]]>

Nei giorni scorsi, i poliziotti del Commissariato di P.S. di Barletta hanno portato a termine un’operazione di Polizia Giudiziaria che si è conclusa con l’arresto di tre persone, tutte originarie di Barletta, ed il sequestro di una piantagione composta da un centinaio di piante di marjuana. Individuate piantagioni alte circa 2 metri, numerose piante in fase di essiccazione e sostanza stupefacente già pronta per essere messa in commercio, per un peso complessivo di oltre 310 Kg. Rinvenuta e sequestrata anche una pistola con matricola abrasa.

Arrestati tre barlettani: Maurizio PALMITESSA di anni 42, Vincenzo FONSMORTO di anni 21 e Domenico SIMEONE di anni 43.

A seguito di attività info-investigativa, i poliziotti del commissariato erano venuti a conoscenza dell’esistenza di una piantagione di marijuana all’interno di un vigneto, ubicato in località “Callano”. Durante un servizio di appostamento e perlustrazione della zona - teso ad individuare la coltivazione - l’attenzione degli agenti è stata catturata dal rumore di una motopompa per irrigazione. Individuata la pompa, i poliziotti hanno circondato la zona per impedire eventuali fughe. Infatti, mentre gli agenti si avvicinavano alla piantagione, i tre arrestati si sono accorti del loro arrivo ed hanno tentato la fuga ma sono stati bloccati dopo un breve inseguimento a piedi. Ben nascosta all’interno del vigneto, è stata scoperta una piantagione composta da un centinaio di piante di marjuana. Individuate anche numerose piante in fase di essiccazione e infiorescenze di marijuana già essiccate e pronte per essere smerciate, alcune adagiate su un telo ed altre custodite in un cartone per scarpe. Il luogo dove sono stati sorpresi i tre arrestati era costantemente vigilato. Rinvenuta una pistola, sedie, tende da campeggio, viveri di prima necessità e lampadine autoalimentate per far luce durante le ore notturne.  A seguito di perquisizione, nelle abitazioni degli arrestati sono state trovate altre dosi di marijuana e, nella vettura di uno di loro, una bilancia elettronica.

La piantagione di marijuana è stata estirpata ed i campioni prelevati sono stati inviati presso i laboratori della Polizia Scientifica di Bari che procederà, nei prossimi giorni, ad effettuare le analisi per stabilire la qualità e la quantità del principio attivo.

I tre arrestati sono ora ristretti presso la Casa Circondariale di Trani.

]]>
<![CDATA[FOGGIA DROGANO FINANZIERE IN SERVIZIO AD UN SEGGIO ELETTORALE E GLI RUBANO LA PISTOLA]]>

Un militare della Guardia di Finanza in servizio al seggio elettorale Parisi-De Santis di Foggia ha subito il furto della pistola di ordinanza la scorsa notte, mentre era di vigilanza al seggio di via Marchese de Rosa.
Stando a quanto ricostruito finora, sembrerebbe che il finanziere sia stato narcotizzato: si sarebbe svegliato verso le 4 del mattino accorgendosi di non avere più la pistola di ordinanza, una Beretta custodita nella fondina.
Il militare ha dato immediatamente l’allarme.

Con il finanziere che ha subito il furto, erano in servizio altri due militari della compagnia di Manfredonia (Foggia). I ladri sono entrati attraverso una finestra nell’istituto sede di seggio elettorale. Oltre alla pistola, i malviventi hanno portato via tre telefoni cellulari e un portafogli.

]]>
<![CDATA[ELEZIONI REGIONALI PUGLIA 2020 CON LA MASCHERINA URNE APERTE DALLE ORE 7 ]]>

Sono aperti dalle ore 7 i seggi per le Elezioni 2020 dedicate alle Regionali di Puglia, alle Amministrative e al Referendum confermativo sul taglio dei parlamentari. Si voterà nelle giornate del 20 e del 21 settembre: per domenica urne aperte dalle ore 7 alle ore 23 e dalle ore 7 alle ore 15 di lunedì. Al termine cominceranno le operazioni di spoglio che andranno avanti sicuramente fino alla nottata. particolari misure di sicurezza sono state approntate con l'obiettivo di evitare contagi covid: mascherine obbligatorie nei seggi, igienizzanti e percorsi dedicati sono alcune delle disposizioni del protocollo predisposto da Asl Bari, Prefettura e Regione per un voto sicuro. In corsa per la Presidenza vi sono 8 candidati che si sfideranno in un unico turno senza, dunque, possibilità di ballottaggio. Di seguito l'elenco

il governatore uscente Michele Emiliano per il centrosinistra, appoggiato da 15 liste: Partito Animalista - Partito del Sud - Sud Indipendente - Con Emiliano - Partito democratico - Emiliano sindaco di Puglia - Senso Civico  - Democrazia Cristiana - Sinistra Alternativa - Popolari con Emiliano - Italia in Comune - Puglia Solidale e Verde - Pensionati e Invalidi - I liberali  - Partito Pensiero e Azione (Ppa)

L'europarlamentare Raffaele Fitto per il centrodestra, sostenuto da 5 liste: Fratelli d'Italia - Forza Italia - Lega - Nuovo Psi Udc - La Puglia Domani

La consigliera regionale uscente Antonella Laricchia, candidata pentastellata con un'altra civica a sostegno: Movimento 5 Stelle - Puglia Futura 

Il sottosegretario agli Esteri Ivan Scalfarotto, sostenuto da tre liste: Italia Viva - Scalfarotto Presidente - Futuro Verde

Il consigliere regionale uscente Mario Conca, supportato dalla lista civica indipendente Cittadini pugliesi 

L'archeologo, antropologo e intellettuale Pierfranco Bruni, candidato per Lista Fiamma Tricolore

Il professore di educazione fisica e già consigliere comunale a Brindisi Nicola Cesaria per la lista Lavoro, Ambiente e Costituzione

L'avvocato barese Andrea d'Agosto supportato da Ri - Riconquistare l'Italia

]]>
<![CDATA[MATCH DI PALLAVOLO SULLA SPIAGGIA DI PANE E POMODORO SENZA MASCHERINA SANZIONI PER GIOCATORI E SPETTATORI]]>

Gli agenti della Polizia Locale di Bari, coordinati dagli Ufficiali dei Servizi Viabilità e dello Staff Comando, nn credevano ai loro occhi  quando, nel pomeriggio di ieri, hanno notato a pane e pomodoro delle squadre di beach volley con relativi spettatori, tutti seduti in cerchio senza rispettare le norme anticontagio.  Era stato allestito un vero - ma abusivo - campo da gioco comprensivo anche di una rete e relativi  pali di sostegno che è stato immediatamente smantellato dagli operatori della P.L. intervenuti. Gli impavidi pallavolisti  e alcuni spettatori sono stati multati con un verbale di 400 euro ciascuno  per essersi assembrati senza   indossare i prescritti dispositivi di protezione individuali. Sanzioni anche per violazione all'Ordinanza  n.237/2020 così  come modificata ed integrata dall'ordinanza n.243 del 24/5/2020 della Regione Puglia che vieta tali attività e giochi sulle aree demaniali e nelle spiagge.

I controlli della polizia locale continueranno, senza soluzione di continuità anche nelle prossime ore.

]]>
<![CDATA[CENTRALE DELLO SPACCIO ALLA SELVA DI FASANO COPPIA ARRESTATA DAI CARABINIERI ]]>

I Carabinieri della Compagnia di Monopoli (BA), nel corso di un servizio antidroga, hanno arrestato una coppia di conviventi con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I due, P.G. di anni 34 e S.E. di anni 27, entrambi già noti alle FF.PP. per i loro precedenti in materia di stupefacenti, al momento disoccupati, sono stati sorpresi dai militari durante un blitz in una abitazione isolata nel cuore della Selva di Fasano, dalla quale era stato notato un sospetto e continuo andirivieni di giovani provenienti da vari Comuni della zona. Ieri pomeriggio i militari, dopo un prolungato servizio di osservazione, hanno fatto irruzione nella villetta, sorprendendo la coppia mentre stava confezionando altre dosi di stupefacenti, dopo aver allestito un vero e proprio supermarket  della droga: i carabinieri, infatti, hanno sequestrato 80 grammi di cocaina, quasi mezzo chilo di marijuana ed hashish, un bilancino di precisione, materiale per confezionare le dosi e circa 500 euro, denaro proveniente dalla vendita degli stupefacenti. I due conviventi sono stati quindi arrestati e tradotti, rispettivamente, presso le case circondariali di Brindisi e Lecce, a disposizione della locale A.G.

]]>
<![CDATA[BITRITTO BA COLTIVA MARIJUANA IN CASA IN MANETTE UN 38ENNE]]>

Lo scorso pomeriggio, i Carabinieri della locale Stazione, con l’ausilio delle unità cinofili del Nucleo Carabinieri di Modugno, hanno tratto in arresto in flagranza di reato G.A.L. 38enne, già noto alle forze dell’ordine, poiché ritenuto colpevole di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari hanno sottoposto a controllo un soggetto il cui atteggiamento aveva destato forti sospetti.

A seguito di perquisizione domiciliare veniva rinvenuto un involucro contenente 20 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, pronta per essere immessa sul mercato, una pianta di cannabis indica con fusto alto mt. 1.50 e del materiale idoneo al confezionamento.

La sostanza stupefacente ed il restante materiale sono stati sottoposti a sequestrato mentre al coltivatore è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari.

]]>
<![CDATA[BARI NUOVO PARCO PER I PICCOLI DEGENTI DELL OSPEDALE PEDIATRICO GIOVANNI XXIII QUESTA MATTINA IL TAGLIO DEL NASTRO]]>

Un viale pedonale circondato da manto erboso e ombreggiato da alberi ad alto fusto. Il nuovo ingresso dell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari su via Amendola si presenta così, libero dalle auto e dall'asfalto. Un restyling che cambia la percezione del luogo di cura, con colori e profumi che rendono il centro pediatrico più accogliente restituendo maggiore serenità e bellezza a chi arriva in ospedale.

Questa mattina è stato inaugurato alla presenza del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, dell’assessora del Comune di Bari, Carla Palone e del direttore generale del Policlinico di Bari, Giovanni Migliore.

]]>
<![CDATA[DIPENDENTE DI UNA DITTA ECOLOGICA ARRESTATO DAI CARABINIERI PER FURTO DI CARBURANTE ACCADE A CONVERSANO BA ]]>

I militari della Stazione Carabinieri di Conversano hanno arrestato in flagranza di reato un 36enne,  sorpreso mentre asportava carburante della ditta ecologica operante fuori provincia dove è assunto.

Le indagini sono state avviate quando presso la caserma sono giunte numerose segnalazioni circa i movimenti sospetti dell’indagato il quale, in qualità di autista, era incaricato del rifornimento di carburante dei mezzi utilizzati dalla citata ditta. I primi dubbi sulla regolarità dei rifornimenti sorgevano quando i militari, nel corso dei servizi di pedinamento, lo notavano dirigersi verso Bari, ovvero in zona opposta a quella assegnata. Proprio durante uno di questi viaggi, che avvenivano con cadenza quasi giornaliera, i militari decidevano di intervenire sorprendendo l’autista che, raggiunta una zona periferica di Mola di Bari, aveva appena travasato dal serbatoio di uno dei mezzi della ditta circa 70 lt di carburante in diverse taniche.

Da una preliminare ricostruzione degli eventi, gli investigatori hanno calcolato che l’uomo, nelle ultime settimane, aveva già sottratto all’azienda, con le medesime modalità, circa 1.000,00 litri di carburante, per un importo complessivo di circa 1.300,00 euro.

Arrestato, al termine delle formalità, è stato tratto in arresto e sottoposto agli aa.dd. presso la propria abitazione mentre il gasolio recuperato è stato restituito ai legittimi proprietari.

]]>
<![CDATA[DISCARICA ABUSIVA DI 25 000 METRI QUADRATI SEQUESTRATA A CONVERSANO DALLA GUARDIA DI FINANZA]]>

La complessa attività info-investigativa effettuata dai Finanzieri della Compagnia di Monopoli ha consentito di localizzare una vasta area, di proprietà di una società di capitali, che è stata a lungo sfruttata come deposito incontrollato e non autorizzato di rifiuti speciali: oltre 1.200 tonnellate di materiali tra amianto contenuto in lastre di eternit, traversine ferroviarie, componenti ferrosi, numerosi oggetti di plastica, parti di veicoli fuori uso, pneumatici, materiale RAEE, senza adottare alcuna precauzione per la riduzione dei danni ambientali.

Nello specifico, l’intervento in loco ha rivelato su tale superficie anche la presenza di diversi fabbricati in stato di abbandono, privi di qualsiasi barriera che potesse impedirne l’accesso e versanti, pertanto, in condizioni tali da rendere non sicura l’intera area limitrofa. Tale contesto è risultato particolarmente critico anche in ragione delle possibili infiltrazioni delle sostanze nocive dei rifiuti all’interno del sottosuolo e delle falde acquifere sottostanti.

I militari, per i reati di “attività di gestione di rifiuti non autorizzata”, “rovina di edifici o di altre costruzioni”, hanno proceduto al sequestro dell’intera area per la quale, i soggetti autori dei fatti, come previsto dal Testo Unico Ambientale, dovranno procedere alla rimozione dei rifiuti ed al ripristino dello stato dei luoghi.

Le ricadute dell’intervento si sono rilevate anche sul piano fiscale, con il recupero delle somme evase in materia di “ecotassa”, il tributo speciale relativo al deposito in discarica di rifiuti solidi che trova altresì applicazione qualora sia esercitata l’attività di discarica abusiva ovvero siano abbandonati rifiuti come nel caso di specie.

]]>
<![CDATA[BARI MINORE SCOMPARSO L 11 SETTEMBRE E RITROVATO DALLA POLIZIA DI STATO VICINO LA STAZIONE ]]>

Qualche sera fa gli agenti della Polizia Ferroviaria in servizio a Bari Centrale hanno notato un ragazzo e un bambino, vestiti in modo trascurato, aggirarsi in stazione.

I poliziotti hanno accompagnato i due giovanissimi in ufficio e si sono resi subito conto che il ragazzo più grande corrispondeva, nelle sembianze, all’immagine di un minore allontanatosi da casa, nella provincia di Bari, da rintracciare.

L’immediato accertamento in banca dati ha confermato che si trattava proprio del ragazzino scomparso da casa l’11 settembre. Gli approfondimenti successivi hanno consentito di appurare che lo stesso, dopo l’allontanamento, si era fatto ospitare da un coetaneo romeno nella cui dimora gli agenti hanno rinvenuto gli abiti indossati dal quindicenne il giorno della scomparsa. Per quanto riscontrato, la madre del giovane ospitante è stata denunciata per il reato di sottrazione consensuale di minore.

Entrambi i minori, riaffidati ai genitori, sono stati segnalati al Tribunale dei Minorenni ed ai Servizi Sociali.

]]>